Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
Neurologia
Ematologia.net
Gastroenterologia.net

Bambini e adolescenti vaccinati contro la pertosse hanno gravità e durata della malattia ridotte


Bordetella pertussis provoca gravi malattie respiratorie tra i bambini e gli adolescenti. Sono state osservate alte percentuali di riacutizzazione della infezione.
Per comprendere l'effetto della vaccinazione nell'era dei vaccini acellulari ( DTaP e Tdap ), si è valutato se la vaccinazione sia associata con la gravità e la durata della malattia.

Il Multnomah County Health Department ha condotto una avanzata sorveglianza della pertosse per 1.7 milioni di residenti nell’area metropolitana di Portland, Oregon.

Utilizzando le raccomandazioni di vaccinazione di routine dell’Advisory Committee on Immunization Practices ( ACIP ), sono state analizzate persone di età compresa tra 6 settimane e 18 anni con pertosse confermata per valutare la gravità e la durata della malattia in base allo stato di vaccinazione.

Durante il periodo 2010-2012, il 98.7% ( n=624 ) dei pazienti affetti da pertosse confermata nella coorte aveva informazioni su vaccinazione, trattamento, dati demografici ed esito.

Tra questi pazienti, il 45% ( n=286 ) era aggiornato con le vaccinazioni secondo ACIP ( Advisory Committee on Immunization Practices ).

I casi mai vaccinati avevano significativamente meno probabilità di essere ricoverati in ospedale o di sviluppare una malattia grave ( odds ratio aggiustato, aOR=0.2; aOR=0.4, rispettivamente ).

I pazienti aggiornati con le vaccinazioni secondo ACIP hanno smesso di tossire in modo significativo più rapidamente rispetto ai pazienti non-vaccinati ( hazard ratio aggiustato, aHR=1.7 ).

In conclusione, i pazienti vaccinati contro la pertosse hanno avuto una diminuita morbilità caratterizzata da malattia meno grave e durata della malattia ridotta significativamente.
Pertanto, la vaccinazione è raccomandata tra i soggetti a rischio ed è necessaria la ricerca sulla natura della immunità residua al vaccino. ( Xagena2014 )

Barlow R et al, Clin Infect Dis 2014; 58:1523-1529

Inf2014 Pedia2014 Farma2014


Indietro