Mediexplorer
OncoGinecologia.net
Cardiologia.net

Il vaccino GX301 è altamente immunogenico nei pazienti con cancro alla prostata o al rene


La vaccinazione anti-tumorale è una nuova frontiera nel trattamento del cancro ed è applicabile alle neoplasie immunogeniche come quelle della prostata e del rene.
GX301 è un vaccino costituito da quattro peptidi della telomerasi e due coadiuvanti, Montanide ISA-51 e Imiquimod.

E’stata analizzata la sicurezza e la tollerabilità del vaccino GX301 in uno studio di fase I/II in aperto.
Le risposte immunologiche e cliniche sono state valutate come endpoint secondario.

GX301 è stato somministrato per via intradermica iniettando 500 mcg di ciascun peptide ( disciolto in Montanide ISA-51 ) nella cute dell'addome.
Imiquimod è stato applicato come una crema nei siti di iniezione.
Il protocollo prevedeva 8 somministrazioni nei giorni 1, 3, 5, 7, 14, 21, 35, 63.

I pazienti eleggibili presentavano tumore alla prostata di stadio IV o carcinoma renale resistente ai trattamenti convenzionali.

I pazienti sono stati clinicamente e immunologicamente monitorati fino a 6 mesi dalla prima vaccinazione.

Non sono stati osservati eventi avversi di grado 3-4.

Evidenza di risposte immunologiche vaccino-specifiche è stata rilevata nel 100% dei pazienti.

La stabilizzazione della malattia si è verificata in 4 pazienti.

E’ stato osservato un prolungamento della sopravvivenza libera da progressione e della sopravvivenza globale nei pazienti che presentavano un pattern completo di risposta immunitaria vaccino-specifica.

Dallo studio è emerso che GX301 è sicuro ed altamente immunogenico. Ulteriori studi sono necessari per determinare la sua efficacia clinica. ( Xagena2013 )

Fenoglio D et al, Cancer Immunol Immunother 2013; 62:1041-1052

Onco2013 Uro2013 Nefro2013 Farma2013


Indietro