Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Mediexplorer.it

Efficacia, immunogenicità e sicurezza di un vaccino quadrivalente HPV negli uomini


Il vaccino quadrivalente contro il papillomavirus umano ( HPV ) ha dimostrato di prevenire infezioni e lesioni correlate all'HPV6, 11, 16 e 18 in uno studio randomizzato e controllato con placebo su uomini di età compresa tra 16 e 26 anni.
È stata valutata l'incidenza di verruche genitali esterne correlate a HPV6 o 11 e lesioni genitali esterne e displasia anale correlate a HPV6, 11, 16 o 18, in 10 anni di follow-up.

Lo studio di base di 3 anni era internazionale, multicentrico, in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo condotto in 71 siti in 18 Paesi.
I partecipanti idonei erano uomini eterosessuali di età compresa tra 16 e 23 anni o uomini che avevano rapporti sessuali con uomini ( MSM; età compresa tra 16 e 26 anni ).

Sono stati esclusi gli uomini che presentavano verruche anogenitali clinicamente rilevabili o lesioni genitali allo screening che suggerivano un'infezione da malattie sessualmente trasmissibili non-HPV, o che avevano una storia di tali risultati.
I partecipanti idonei sono stati assegnati in modo casuale a ricevere tre dosi di vaccino HPV quadrivalente oppure a placebo il giorno 1, mese 2 e mese 6, somministrate come iniezione di 0.5 ml nel muscolo deltoide.

Uno studio di estensione di follow-up di 7 anni, in aperto, a lungo termine è stato condotto in 46 centri in 16 Paesi.
I partecipanti che hanno ricevuto una o più dosi del vaccino quadrivalente HPV nello studio di base erano eleggibili per l'arruolamento nello studio di follow-up a lungo termine ( gruppo di vaccinazione precoce ).

Ai destinatari del placebo è stato offerto il vaccino HPV quadrivalente a tre dosi alla fine dello studio di base; coloro che hanno ricevuto una o più dosi di vaccino HPV quadrivalente erano eleggibili per l'arruolamento nello studio di follow-up a lungo termine ( gruppo di vaccinazione di recupero ).

Gli endpoint primari di efficacia erano l'incidenza di verruche genitali esterne correlate a HPV6 o 11 e l'incidenza di lesioni genitali esterne correlate a HPV6, 11, 16, o 18 in tutti i partecipanti e l'incidenza di neoplasia intraepiteliale anale ( incluse verruche anali e lesioni piatte ) o tumore anale correlato a HPV6, 11, 16 o 18 solo negli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini.

L'analisi di efficacia primaria è stata effettuata nella popolazione per protocollo per il gruppo di vaccinazione precoce, che comprendeva i partecipanti che hanno ricevuto tutte e tre le dosi di vaccino, erano sieronegativi al giorno 1 e negativi alla PCR dal giorno 1 al mese 7 dello studio di base per tipo di HPV in esame, non presentavano violazioni del protocollo che potessero influenzare la valutazione dell'efficacia del vaccino e avevano partecipato ad almeno una visita durante lo studio di follow-up a lungo termine.

Per il gruppo di vaccinazione di recupero, l'efficacia è stata valutata nella popolazione modificata intention-to-treat ( ITT ), che includeva partecipanti che avevano ricevuto almeno una dose di vaccino, erano sieronegativi e PCR-negativi per i tipi di HPV analizzati dal giorno 1 dello studio di base alla visita di follow-up finale prima di ricevere il vaccino HPV quadrivalente e avevano almeno una visita di controllo a lungo termine.
La sicurezza è stata valutata in tutti i partecipanti randomizzati che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino.

Tra il 2010 e il 2017, 1.803 partecipanti sono stati arruolati nello studio di follow-up a lungo termine, di cui 936 ( 827 uomini eterosessuali e 109 uomini MSM ) sono stati inclusi nel gruppo di vaccinazione precoce e 867 ( 739 uomini eterosessuali e 128 uomini MSM ) sono stati inclusi nel gruppo di vaccinazione di recupero.

I partecipanti al gruppo di vaccinazione precoce sono stati seguiti per una mediana di 9.5 anni dopo aver ricevuto la terza dose del vaccino HPV quadrivalente e i partecipanti al gruppo di vaccinazione di recupero sono stati seguiti per una mediana di 4.7 anni dopo aver ricevuto la terza dose.

Nei partecipanti al gruppo di vaccino precoce durante il follow-up a lungo termine rispetto al gruppo placebo nello studio di base, l'incidenza per 10.000 anni-persona di verruche genitali esterne correlate a HPV6 o 11 è stata 0.0 rispetto a 137.3, di lesioni dei genitali esterni correlate a HPV6, 11, 16 o 18 è stata 0.0 rispetto a 140.4 e di neoplasia intraepiteliale anale o tumore anale correlato a HPV6, 11, 16 o 18 solo negli uomini MSM è stata 20.5 rispetto a 906.2.

Rispetto allo studio di base ( ossia prima della somministrazione del vaccino HPV quadrivalente ), durante il periodo di follow-up a lungo termine, i partecipanti al gruppo di vaccinazione di recupero non hanno riportato nuovi casi di verruche genitali esterne correlate a HPV6 o 11 ( 149.6 casi per 10.000 anni-persona versus 0 casi per 10.000 anni-persona ) o lesioni genitali esterne correlate a HPV6, 11, 16 o 18 ( 155.1 casi ogni 10.000 anni-persona vs 0 casi ogni 10.000 anni-persona ), e un'incidenza inferiore di neoplasia intraepiteliale anale o tumore anale correlato a HPV6, 11, 16 o 18 ( 886.0 casi per 10.000 anni-persona vs 101.3 casi per 10.000 anni-persona ).
Non sono stati segnalati eventi avversi gravi correlati al vaccino.

Il vaccino quadrivalente contro HPV ha fornito una protezione duratura contro la malattia anogenitale correlata a HPV6, 11, 16 e 18.
I risultati supportano la vaccinazione quadrivalente contro il virus HPV negli uomini, inclusa la vaccinazione di recupero. ( Xagena2022 )

Goldstone SE et al, Lancet Infectious Diseases 2022; 22: 413-425

Inf2022 Vac2022 Farma2022


Indietro