Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Reazioni avverse del vaccino Vaxzevria ( AstraZeneca ): primi 9 mesi 2021 - AIFA


Per il vaccino Vaxzevria ( AstraZeneca ), la distribuzione dei sospetti eventi avversi successivi a vaccinazione è stata in linea con quella riportata nei precedenti Rapporti.

Le sospette reazioni avverse più segnalate sono rientrate nella classe organo-sistemica delle patologie generali e condizioni relative alla sede di somministrazione ( soprattutto febbre, reazioni locali nel sito di inoculazione e stanchezza / astenia ), seguite dalle patologie del sistema nervoso ( prevalentemente cefalea ) e dalle patologie del sistema muscolo-scheletrico e del tessuto connettivo ( per la maggior parte dolori muscolo-scheletrici ), spesso in associazione fra loro e con l’aumento della temperatura.

Circa l’81% delle segnalazioni al vaccino Vaxzevria è stata inserita come non-grave e il 18% come grave ( nell’1% dei casi la gravità non è stata definita).

Eventi avversi gravi correlabili a Vaxzevria

Sono state osservate circa 11 segnalazioni gravi correlabili ogni 100.000 dosi somministrate di Vaxzevria ( 11 ogni 100.000 prime dosi somministrate e 1 ogni 100.000 seconde dosi somministrate ).

Il 71% di queste segnalazioni sono state classificate come gravi / altra condizione clinicamente rilevante, il 20% come ospedalizzazione e il 5.8% come pericolo di vita.

La risoluzione completa della reazione avversa è stata riportata nel 44% di queste segnalazioni e il miglioramento nel 30%.

Gli eventi avversi gravi correlabili più comunemente segnalati sono l’iperpiressia, con un tasso di segnalazione di circa 7 casi ogni 100.000 dosi somministrate, seguita dalla cefalea, con un tasso di segnalazione di circa 4 casi ogni 100.000 dosi somministrate.

Relativamente frequenti sono state nausea e vomito, con un tasso di circa 2 casi ogni 100.000 dosi somministrate, seguite da astenia, brividi, dolori articolari e muscolari con un tasso di circa 2 casi ogni 100.000 dosi somministrate.

Più raramente sono state segnalate lipotimie, vertigini e reazioni vagali ( 1 caso ogni 100.000 dosi somministrate ).

I sintomi più frequentemente associati fra loro nelle schede di segnalazione gravi correlabili sono state: febbre alta, astenia, dolori articolari e muscolari in un quadro di sindrome simil-influenzale, prevalentemente dopo la prima dose.

Altre associazioni di sintomi osservate sono state: cefalea e vertigini; nausea e vertigini; astenia, cefalea e dolori muscolari e articolari.

Alcuni eventi avversi continuano a essere molto rari, con un tasso di segnalazione stabile intorno a 2 casi di reazione anafilattica ogni milione di dosi somministrate e intorno a 1 caso ogni 1.000.000 di dosi somministrate per le neuropatie acute e subacute ( fra cui la sindrome di Guillain-Barrè ), le trombosi venose intracraniche o in sede atipica con piastrinopenia ( VITT ) e la trombocitopenia idiopatica, che continuano a essere monitorate a livello nazionale ed europeo. ( Xagena2021 )

Fonte: AIFA, 2021

Inf2021 Vac2021 Med2021 Farma2021


Indietro