Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Sicurezza, reattogenicità e immunogenicità dell'immunizzazione prime-boost omologa ed eterologa con ChAdOx1 nCoV-19 e BNT162b2


I regimi vaccinali eterologhi sono stati ampiamente discussi come un modo per mitigare la carenza intermittente di forniture e per migliorare l'immunogenicità e la sicurezza dei vaccini COVID-19.

Sono state valutate la reattogenicità e l'immunogenicità delle immunizzazioni eterologhe con ChAdOx1 nCov-19 ( AstraZeneca ) e BNT162b2 ( Pfizer-BioNTech ) rispetto all'immunizzazione omologa BNT162b2 e ChAdOx1 nCov-19.

Questa è un'analisi ad interim di uno studio di coorte osservazionale prospettico che ha arruolato operatori sanitari a Berlino che hanno ricevuto una vaccinazione omologa ChAdOx1 nCov-19 o eterologa ChAdOx1 nCov-19-BNT162b2 con un intervallo di vaccinazione di 10-12 settimane o vaccinazione omologa BNT162b2 con un intervallo di vaccinazione di 3 settimane.

È stata valutata la reattogenicità dopo la prima e la seconda vaccinazione mediante l'uso di questionari elettronici nei giorni 1, 3, 5 e 7.
L'immunogenicità è stata misurata dalla presenza di anticorpi specifici per SARS-CoV-2 ( full spike-IgG, S1-IgG, e RBD-IgG ), mediante un saggio di inibizione del legame RBD-ACE2 ( test di neutralizzazione del virus SARS-CoV-2 surrogato ), un saggio di neutralizzazione dello pseudovirus contro due varianti di preoccupazione ( alfa, B.1.1.7, e beta, B.1.351 ), e avidità anti-S1-IgG.
La reattività delle cellule T è stata misurata mediante saggio di rilascio di IFN-gamma.

Tra il 27 dicembre 2020 e il 14 giugno 2021, 380 partecipanti sono stati arruolati nello studio, con 174 che hanno ricevuto la vaccinazione omologa BNT162b2, 38 che hanno ricevuto la vaccinazione omologa ChAdOx1 nCov-19 e 104 che hanno ricevuto la vaccinazione ChAdOx1 nCov-19-BNT162b2.

Sintomi sistemici sono stati riportati da 103 su 159 ( 65% ) riceventi la vaccinazione omologa BNT162b2, 14 su 36 ( 39% ) riceventi la vaccinazione omologa ChAdOx1 nCov-19 e 51 su 104 ( 49% ) riceventi di ChAdOx1 nCov-19-BNT162b2 dopo l'immunizzazione di richiamo.

I livelli medi di IgG anti-RBD 3 settimane dopo l'immunizzazione di richiamo sono stati di 5.4 rapporto segnale/cutoff ( S/co ) nei riceventi la vaccinazione omologa BNT162b2, 4.9 S/co nei destinatari di vaccinazione omologa ChAdOx1 nCov-19 e 5.6 S/co nei destinatari di ChAdOx1 nCov-19-BNT162b2.

La media geometrica della dose inibitoria del 50% contro le varianti Alfa e Beta è stata più alta nei riceventi ChAdOx1 nCov-19-BNT162b2 ( 956.6 contro Alfa e 417.1 contro Beta ) rispetto a quelli nei riceventi la vaccinazione omologa ChAdOx1 nCov-19 ( 212.5 contro Alfa e 48.5 contro Beta; entrambi P minore di 0.0001 ) o omologa BNT162b2 ( 369.2 contro Alfa e 72.4 contro Beta; entrambi P minore di 0.0001 ).

La reattività delle cellule T SARS-CoV-2 S1 3 settimane dopo l'immunizzazione di richiamo è stata più alta nei destinatari di ChAdOx1 nCov-19-BNT162b2 ( concentrazione mediana di IFN-gamma 4.762 mIU/ml ) rispetto a quella nei destinatari della vaccinazione omologa ChAdOx1 nCov-19 ( 1.061 mIU/ml, P minore di 0.0001 ) e omologa BNT162b2 ( 2.026 mIU/ml, P=0.0008 ).

L'immunizzazione eterologa ChAdOx1 nCov-19-BNT162b2 con intervallo di 10-12 settimane, raccomandata in Germania, è ben tollerata e migliora l'immunogenicità rispetto alla vaccinazione omologa ChAdOx1 nCov-19 con intervallo di 10-12 settimane e alla vaccinazione BNT162b2 con intervallo di 3 settimane.
Strategie eterologhe di immunizzazione prime-boost per COVID-19 potrebbero essere generalmente applicabili. ( Xagena2021 )

Hillus D et al, Lancet Respiratory Medicine 2021; 9: 1255-1265

Inf2021 Vac2021 Med2021 Farma2021


Indietro